I "come" e i "perchè" della storia e della filosofia del diritto


Il corso si propone di mostrare il significato della storia e della filosofia del diritto mediante lo studio dell’esperienza giuridica, da quella più risalente (romana) alla presente, attraverso la selezione di punti-chiave della cultura giuridica europea. Potenziali destinatari del corso sono gli studenti di scuola superiore che intendono immatricolarsi al Dipartimento di Giurisprudenza; oltre che gli studiosi di altre discipline che desiderano avvicinarsi agli studi di diritto. Il corso, diviso per sezioni, affronta inizialmente le vicende storiche del Corpus iuris civilis di Giustiniano, il contesto socio-economico e le cornici politico-istituzionali dell’esperienza giuridica romana. Centrale nella didattica risultano le articolazioni ‘privatistiche’ dell’esperienza giuridica romana e i successivi accadimenti che hanno portato al contrappunto tra diritto naturale e positivo. Infine, il corso presenta approfondimenti sull’ambigua relazione tra ‘neutralità’ e ‘politicità’ della scienza giuridica, la costruzione delle categorie pubblico/privato, la dialettica tra casistica e sistematica e le costituzioni moderne.

Frequenza e Attestati

Frequenza
GRATUITO!
Attestato di Partecipazione
GRATUITO!

Categoria

Scienze Sociali

Ore di Formazione

8

Livello

Base

Modalità Corso

Tutoraggio

Lingua

Italiano

Durata

3 Settimane

Tipologia

Online

Stato del Corso

Auto apprendimento

Avvio Iscrizioni

21 Apr 2016

Apertura Corso

20 Mag 2016

Inizo Tutoraggio

20 Mag 2016

Fine Tutoraggio

1 Lug 2016

Autoapprendimento da

2 Lug 2016

Chiusura Corso

Non impostato
Il corso si propone di dare agli studenti gli strumenti per percepire in senso diacronico il fenomeno giuridico, interpretando le fonti nel loro contesto storico di riferimento. Attraverso le activities presentate, lo studente potrà orientarsi dinanzi ad alcune cruciali questioni gius-filosofiche (rapporti tra diritto e morale, tra diritto naturale e positivo, ruolo dell’equità, concetto di giustizia ecc.). L'approccio didattico è funzionale alla distinzione tra i paradigmi storico-concettuali della filosofia del diritto e alla familiarizzazione con i concetti fondanti della dogmatica giuridica: diritto, legge, giurisprudenza, giustizia, equità, eguaglianza.

Il background di conoscenze necessarie per affrontare il corso è inerente ai principi fondamentali della filosofia del diritto e della storia del diritto romano e medievale.

I materiali di approfondimento scelti per il corso sono: testi elaborati dai docenti, articoli scientifici, pagine di manuali, bibliografia.
L’approccio didattico privilegia un taglio di agevole comprensione anche per non addetti ai lavori e, nel contempo, scientificamente rigoroso. A questo compito di formazione "istituzionale", considerata la struttura tradizionale del cursus studiorum in Giurisprudenza, le discipline di base sono da sempre attrezzate: si tratta, dunque, di individuare i punti cruciali che possano fungere da stimolo. Il corso è composto dalle seguenti tre Sections: 1 - Diritto Romano; 2 - Diritto Medievale; 3 - Filosofia del diritto.

L'attestato di partecipazione è rilasciato, su richiesta dello studente, una volta che siano state soddisfatte le seguenti condizioni: visualizzazione di tutte le videolezioni che costituiscono le unità didattiche; partecipazione attiva ai forum didattici; svolgimento degli esercizi di autovalutazione presenti al termine di ogni section didattica.