Storia e memoria delle deportazioni nazifasciste


Circa 40mila persone hanno subito le deportazioni tra il 1943 e il 1945, partendo dall’Italia e approdando nei lager del Terzo Reich gestiti dalle SS. Dopo viaggi estenuanti, privati degli affetti, del proprio nome e della dignità, furono trattati alla stregua di merce: considerati nemici, traditori, minacce, “feccia”, “zavorre”, “degenerati” o “di razza inferiore”.

Dalle loro esperienze nasce un corso aperto a tutti che unisce le memorie di quegli eventi alla storia generale dell’Europa durante la Seconda guerra mondiale. Partendo dal contesto internazionale, si affronteranno i meccanismi che hanno permesso l’ascesa e il consolidamento di fascismo e nazismo, con particolare enfasi su come è stato possibile per questi movimenti, nati nelle piazze e rivolti "alla pancia" delle persone, creare consenso e trasformarsi in dittature istituzionalizzate.

Attraverseremo il complesso sistema dei lager, la pianificazione massificata delle deportazioni, la classificazione delle categorie “indesiderate” e lo sfruttamento dei prigionieri come schiavi. Si parlerà anche delle conseguenze sull’oggi, dei canali della continuità tra le istituzioni fasciste e il dopoguerra, con l'obiettivo di mettere ordine tra fenomeni contemporanei come negazionismo, neo-negazionismo, revisionismi, "memorie divise", e post-antifascismo.

Il corso voluto da Aned - Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi nazisti è stato realizzato da Laboratorio Lapsus.


Frequenza e Attestati

Frequenza
GRATUITO!
Attestato di Partecipazione
GRATUITO!

Categoria

Scienze Umane

Ore di Formazione

11

Livello

Base

Modalità Corso

Tutoraggio

Lingua

Italiano

Durata

2 Settimane

Tipologia

Online

Stato del Corso

Tutoraggio

Avvio Iscrizioni

21 Mar 2020

Apertura Corso

6 Apr 2020

Inizio Tutoraggio

6 Apr 2020

Fine Tutoraggio

6 Jun 2020

Tutoraggio Soft

7 Jun 2020

Chiusura Corso

Non impostato
Il corso si propone di fornire gli elementi fondamentali per un’alfabetizzazione di base sulle deportazioni nazifasciste attraverso la definizione di un glossario e delle coordinate storiche essenziali per la contestualizzazione del fenomeno. L’utente che avrà completato il corso sarà in grado di descrivere le caratteristiche essenziali delle deportazioni nazifasciste, problematizzare la questione dei numeri delle deportazioni, nonché individuare le continuità e le rotture relative al legame con l'oggi. Attraverso il legame tra contenuto storico e testimonianza diretta dei sopravvissuti all'esperienza dei lager, il tema sarà esplorato nella duplice dimensione logico/esplicativa e empatico/emotiva, stimolando la comprensione a 360 gradi del fenomeno affrontato.
Per la maggiore comprensione dell'argomento trattato è consigliata una conoscenza minima della storia contemporanea italiana ed europea.
Nell'Indice sono segnalati degli strumenti generali per l'approfondimento autonomo dell'argomento.

Al termine di ogni modulo sono inserite delle bibliografie cronologico-tematiche specifiche per fascia d'età.

Il percorso didattico a cura di Laboratorio Lapsus si articola in sei moduli cronologico-tematici composti da videolezioni, testimonianze, bibliografie, mappe, infografiche, schede di approfondimento e test di autovalutazione delle conoscenze acquisite.
Per l'ottenimento dell'attestato di partecipazione e l'open badge è necessario superare i test presenti all'interno del corso.