FRANCESCO GIORGINO

Università degli Studi di Bari Aldo Moro

Dipartimento dell'emergenza e dei trapianti di organi (DETO)


Il Prof. Francesco Giorgino ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bari nel 1988, la Specializzazione in Endocrinologia presso l’Università di Catania nel 1991 e il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze Endocrinologiche e Metaboliche presso l’Università di Napoli “Federico II” nel 1996.

Dal 2002 è Professore Ordinario di Endocrinologia e Malattie Metaboliche presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e dal 2004 Direttore dell’U.O. complessa di Endocrinologia e Malattie Metaboliche dell’Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari. Dal 2004, è Direttore della Scuola di Specializzazione in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Dal 1 novembre 2015 è Direttore del Dipartimento dell’Emergenza e dei Trapianti di Organi dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e dal 1 marzo 2015 Delegato per la Ricerca dell’Ateneo. 

Dal 1990 al 1994 ha lavorato presso il Joslin Diabetes Center e la Harvard Medical School di Boston (USA) prima come “Postdoctoral Research Fellow” e poi come “Visiting Scientist”. A sostegno della propria formazione e attività di ricerca, ha ottenuto numerose borse di studio e premi di ricerca: dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, dalla Juvenile Diabetes Research Foundation (JDRF), dalla Mary K. Iacocca Foundation (USA), dalla Società Italiana di Endocrinologia (SIE) (Premio Bracco Under 30, 1992; Premio Radim Under 35, 1997; Premio Cassano, 2003; Premio Aldo Pinchera alla carriera, 2013), dalla Società Italiana di Diabetologia (SID) (Premio Nazionale Boehringer Mannheim Italia relativo alla Diabetologia Clinica e/o Sperimentale, 1992; Premio Alcmeone, 2008), e dalla European Association for the Study of Diabetes (EASD) (2000 EASD/Glaxo Wellcome Burden of Diabetes Research Fellowship).


Incarichi Istituzionali 

Il Prof. Giorgino è Delegato del Rettore dell’Università degli Studi di Bari alla Ricerca. 


Attività di ricerca 

A sostegno della propria attività di ricerca, il Prof. Giorgino ha ottenuto finanziamenti dalla JDRF, dai programmi BIOMED2 e COST della Comunità Europea, dalla EASD, dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), dalla SID, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dal Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR), dal Ministero della Salute, da industrie farmaceutiche (Eli Lilly & Co., NovoNordisk, Pfizer Italia, Merck Serono, Takeda, AstraZeneca/BMS), e da Fondazioni private (Monte dei Paschi di Siena, Banco di Napoli). 

È autore di circa 200 pubblicazioni scientifiche, in prestigiose riviste quali PNAS, The Journal of Clinical Investigation, The Journal of Biological Chemistry, American Journal of Physiology, Molecular Endocrinology, Endocrinology, Cancer Research, Diabetes, Diabetes Care, Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, e molte altre (H-index: 45 [Google Scholar], n. citazioni: 6400 [Google Scholar]; Impact Factor complessivo: 600). É o è stato componente dell’Editorial Board delle riviste Endocrinology, PLoS ONE, Journal of Endocrinology, Diabetes Metabolism Research and Reviews, Acta Diabetologica, e Cardiorenal Medicine. Gli interessi di ricerca riguardano le basi molecolari e la modulazione farmacologica dell’insulino-resistenza, della disfunzione del tessuto adiposo e del danno beta-cellulare e miocardico nell’obesità e nel diabete mellito di tipo 2.


Attività nell’ambito della comunità scientifica 

È stato Delegato per l’Italia in Azioni COST della Commissione Europea: nella COST B5 (“Molecular Mechanisms in the Etiology of NIDDM”, 1995-1999), nella COST B17 (“Insulin resistance, obesity, and diabetes mellitus in the elderly”, 1999-2004, e nella COST BM0602 (“Adipose tissue: a key target for prevention of the metabolic syndrome”, 2006-2011). È membro di varie società scientifiche nazionali e internazionali. È stato componente del Comitato Direttivo della SID e della SIE, svolgendo ruoli attivi in vari organismi di queste Società (Coordinatore del Gruppo di Studio “Prevenzione del Diabete Tipo 2” della SID, Componente e Coordinatore della Commissione Scientifica della SID, Coordinatore della Commissione Scientifica della SIE). È stato tra i 10 Esperti che hanno preso parte alla conferenza internazionale “Individualizing therapies in type 2 diabetes mellitus based on patient characteristics: what we know and what we need to know”, indetta da The Endocrine Society e dalla American Diabetes Association nell’aprile 2009, che ha prodotto un documento di consenso sulla individualizzazione della terapia nel diabete mellito tipo 2.